BIOGRAFIA

"Maecio Gomes nei panni del generale Radamés ha cantato con carattere  e colori di un "tenore eroico", si esprime brillantemente con sontuoso splendore vocale e acuti, senza alcun sforzo.

Nella famosa aria "Celeste Aida" e nei duetti con Aida si esprime come belcantista con un timbro lirico e morbido."

Aida - Radamés

Gloria Theater, 13/01/2012

https://www.badische-zeitung.de/tolle-stimmen-im-gloria-theater 16/01/2012

Roswitha Frey

Maecio Gomes è nato a Recife (Brasile) dove ha compiuto gli studi classici e all'età di 22 anni si è laureato in giurisprudenza presso l'Università Cattolica di Pernambuco (UNICAP).
Originario di una famiglia di musicisti, ha iniziato a 10 anni i suoi studi di musica frequentando il corso di pianoforte al Conservatorio di Pernambuco (Brasile).


Nel 2006 ha debuttato nel ruolo di Atar (nell'opera di Salieri Axur) a Monaco (Germania) e Salisburgo e nel frattempo ha debuttato anche nel ruolo di Tamino (Die Zauberflote) sempre
a Salisburgo. Ha continuato la sua carriera concertistica in Europa e in Brasile e entrando poi nel repertorio Lirico-Spinto. Allo stesso tempo ha frequentato diversi corsi e master class in Europa con alcuni dei nomi come: Illeana Cotrubas e Jaime Aragall. Ha infine completato il corso post-laurea biennale in lirica presso il Conservatorio Antonio Buzzolla
ottenendo 110 e lode. Dal 2007 al 2010 si è esibito in numerosi concerti tra Brasile e Italia. Nel 2011 è stato finalista del Concorso Rolando Nicolosi (Roma).

 

Nel 2012 ha debuttato nel ruolo di "Radamès" (Aida / Verdi) in una nuova produzione al Teatro di Strasburgo, a Parigi (Teatro André Malraux) e Bordeaux (Francia) e a Bad
Sackingen (Teatro Gloria) condotto dal direttore d'orchestra italiano David Crescensi. Nello stesso anno ha debuttato come "Manrico" (Il Trovatore / Verdi) nel Teatro di Rousse
(Bulgaria) sotto la conduzione di Nayden Todorov.
Nel giugno 2012 si esibisce come solista principale in un grande "Concerto di Gala" dell'Opera di Lviv (Leopoli/Ucraina) eseguendo arie di Verdi e Puccini con l'Orchestra del Teatro Nazionale.

Nel luglio 2012 ha cantato di nuovo il ruolo di Manrico (Il Trovatore), condividendo il palco con il soprano Michele Crider al Festival of Opera (Solothurn / Svizzera). Nel 2013 ha condiviso il palco del Teatro Filarmonico di Verona con il soprano Amarilli Nizza in occasione di un concerto di gala. Nel marzo 2014 ha cantato il ruolo di Manrico per la terza volta in Italia e lo stesso anno ha debuttato come Pinkerton / Madama
Butterfly nel Teatro Civico di Schio (Italia).


Nel dicembre 2014 e gennaio 2015 ha fatto il suo debutto nel ruolo di Luzio nel Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste (Italia); l'opera è "Das Liebesverbot" (Wagner) sotto la direzione del direttore polacco Oliver Don Dohnanyi. Dal 2017 ad oggi è seguito nella preparazione vocale ed artistica dal baritono Giorgio Zancanaro lavorando principalmente nel repertorio Verdiano e Pucciniano. Ha partecipato a numerosi concerti in Italia e all’estero.