Biografia

maecioIl Tenore Maécio Gomes nasce a Recife (Brasile) dove compie gli studi classici e si laurea all'età di 22 anni in Giurisprudenza presso l'Università Cattolica di Pernambuco (UNICAP). Proveniente da una famiglia di musicisti, inizia a dieci anni gli studi musicali frequentando il corso di pianoforte presso il Conservatorio Pernambucano di Musica. Comincia i suoi studi di canto sotto la guida del maestro Lindbergh Pires e posteriormente con il soprano Amarilis de Rebuà. In seguito si trasferisce a San Paolo per continuare gli studi universitari ottenendo la seconda laurea in musica presso l'Università di San Paolo (USP).
Prosegue i suoi studi di canto con il soprano Neyde Thomaz e il baritono Rio Novello a Curitiba.
Nel 2003 debutta nel "Il Barbiere di Siviglia" a San Paolo nel Teatro Camargo Guarnieri (USP) con l'Orchestra Sinfonica dell'Università di San Paolo (OSUSP) e nell'anno sucessivo a Curitiba canta il ruolo di Sporting Life.
Nel 2004 sotto la battuta del direttore Carlos Moreno canta un gran concerto con arie di Mozart nel Teatro Camargo Guarnieri a San Paolo con l'Orchestra Sinfonica dell'Università di San Paolo (OSUSP).
Nel 2005 vince una borsa di studio per la laurea specialistica in Canto Lirico presso il Conservatorio Antonio Buzzolla, trasferendosi definitivamente in Italia.
Nel 2006 debutta nel ruolo di Atar (nell'opera Axur di Salieri) a Monaco di Baviera e a Salisburgo e nel frattempo debutta anche nel ruolo di Tamino sempre a Salisburgo. Prosegue la sua attività concertistica in Europa e in Brasile cambiando vocalità ed entrando, quindi, nel repertorio lirico-spinto. Nel frattempo viene premiato per l'eccelente risultato negli studi di canto presso il Conservatorio ricevendo una menzione in forma di borsa di studio del Kiwanis International. Parallelamente frequenta diversi corsi e masterclass in Europa con alcuni nomi della lirica come: il soprano Illeana Cotrubas e il tenore Jaime Aragall. Conclude il biennio in canto lirico sotto l'orientamento del mezzosoprano Anna Maria Chiuri ottenendo 110 e lode.
Dal 2007 al 2010 si esibisce in numerosi concerti tra il Brasile e l'Italia, adentrandosi definitivamente nel repertorio lirico-spinto.
Nel 2011 è finalista del Concorso Rolando Nicolosi (Roma).
Nel 2012 debutta nel ruolo di Radamés a Strasburg (all'auditorium Erasme del Congresso europeo) a Parigi e Bordeaux (Francia) e a Bad Sckingen (Teatro Gloria) sotto la battuta del direttore italiano Davide Crescensi e con la compagnia bulgara del Teatro di Russè. Nell' Aprile di 2012 debutta nel ruolo di Manrico (Il Trovatore) nel Teatro della città di Russè (Bulgaria, sotto la battuta del direttore Nayden Todorov. A giugno di 2012 esegue come solista principale un gran concerto di Gala Lirico nel Teatro di Opera della città di Lviv (Leopoli) interpretando arie di Verdi e Puccini con coro e orchestra del Teatro Nazionale. A luglio di 2012 interpreta ancora il ruolo di Manrico (Il Trovatore) dividendo il palcoscenico con il soprano Michele Crider e il baritono Marzio Giossi nel Festival di Opera della città di Solothurn (Svizzera).
Nel maggio di 2013 condivide il palcoscenico del Teatro Filarmonico di Verona con il soprano Amarili Nizza in occasione di un Concerto per l'Associazione musicale Verona Lirica.
Nel marzo di 2014 debutta in Germania in Baviera il ruolo di Alfredo (La Traviata) e nello stesso mese canta per la terza volta il ruolo di Manrico (Il Trovatore) nel Teatro di Bagnoli di Sopra (RO) in Italia. A giugno di 2014 debutta nel ruolo di Pinkerton nel Teatro Civico della città di Schio in Italia.
Tra dicembre 2014 e gennaio 2015 fa il suo grande debutto in Italia nel ruolo di Luzio presso il Teatro Verdi di Trieste; l'opera è "Das Liebesverbot" (Il divieto d'amare) di Richard Wargner diretta dal direttore Polacco Oliver Don Dohnányi.
Durante il 2016 e il 2017 si sta esibendo in numerosi concerti tra l'Italia e il Brasile.